BONUS FISCALE del 30% sulle tue spese SumUp. Scopri di più.

SumUpBlog
Contenuti

Ultime novità su detrazioni fiscali e pagamenti con carta

Da quest’anno gli italiani avranno un motivo in più per pagare con carta: arrivano i bonus fiscali con detrazioni fino al 19% per tutti quelli che sceglieranno i pagamenti elettronici per le spese sanitarie. Ma non solo.

Legge di bilancio 2020, dove eravamo rimasti?

Anno nuovo, normative nuove. La proposta del Governo sui bonus fiscali in relazione alle spese sanitarie non è una vera e propria novità, ma fa riferimento all’art. 15 del TUIR della Legge di bilancio, approvata in via definitiva lo scorso dicembre.

Sono tante le idee proposte e una molto importante riguarda il futuro dei pagamenti. L'obiettivo è quello di limitare l’uso del contante e rilanciare invece la moneta elettronica, una soluzione di pagamento più comoda, ma soprattutto più sicura. 

Lo stupore di chiedere “Prende la carta?” è ormai acqua passata nel resto d’Europa, se pensiamo che solo nei paesi scandinavi l’80% delle transazioni avviene in formato elettronico, mentre in Italia solo nel 3,68%* dei casi. Proprio per questo motivo la legge di bilancio mira a rilanciare l’Italia su questo fronte, e per farlo offre la possibilità di ottenere dei premi se si opta per il cashless. Un esempio? I bonus sulle detrazioni fiscali.  

*(cashless society index Ambrosetti 2019).

Bonus fiscali e pagamenti elettronici

Sono tanti gli incentivi che premiano chi decide di mettere un limite al contante e preferisce invece l’esperienza di pagamento digitale, più pratica e veloce. Dal 1 Gennaio 2020 tutte le spese sanitarie pagate con carta potranno infatti essere rimborsate fino al 19% nella dichiarazione dei redditi. La strada per godere delle detrazioni fiscali vede quindi la moneta elettronica come unica soluzione di pagamento possibile. Tuttavia, il bonus fiscale prevede anche un tetto massimo per questa possibilità: detrazioni a diminuire dai 120 mila euro fino a zero detrazioni per reddito pari o superiore a 240 mila euro annuali. 

Quali sono le spese sanitarie detraibili con pagamento con carta?

Vediamo ora a cosa fanno riferimento le spese sanitarie che conviene pagare tramite carta o comunque con strumento tracciabile.

Si tratta di tutte quelle spese private da medici e liberi professionisti che fanno parte della categoria sanitaria come, ad esempio, dentisti, psicologi, nutrizionisti, specialisti (fisioterapisti, dermatologi, ecc..).

In generale, ci riferiamo a tutte le prestazioni offerte da strutture private. Tutte quelle che invece sono offerte da strutture pubbliche, e cioè  accreditate al Servizio Sanitario Nazionale, non sono soggette all’obbligo di pagamento tracciabile.  

Cosa significa? Si potrà sempre scegliere di pagare come si desidera (contanti, carta o bonifico), ma nel caso in cui la nostra preferenza fosse il cash, si dovrà rinunciare alla possibilità di un rimborso in fase di dichiarazione dei redditi.  

Cosa cambierà per l’acquisto dei medicinali, invece?

Tutte le spese e prestazioni offerte da strutture pubbliche nazionali o da enti locali potranno essere pagate in contanti e potranno essere comunque dichiarate in fase di detrazione fiscale. In questo caso parliamo di farmaci e di tutto quello che può essere acquistato in farmacia e parafarmacia.  

A questo si aggiungono le prestazioni dei medici generici o specialisti che fanno parte del Sistema Nazionale Sanitario (ad esempio analisi, trasporti in ambulanza, interventi chirurgici, ecc).

Pagamenti con carta per medici e psicologi. Perché SumUp?

La legge di bilancio e il bonus fiscale che premia i cittadini più digital sono dei grandi incentivi per la diffusione dei pagamenti con carta, un’abitudine che piace sempre di più agli italiani, grazie alla comodità di poter pagare in modo facile e veloce, come ad esempio col contactless. Da quest’anno saranno tanti i pazienti che sceglieranno di pagare con carta, ed è per questo che medici e liberi professionisti hanno bisogno di stare al passo coi tempi con una soluzione adatta alle loro esigenze e quelle dei loro pazienti.  

Già da anni noi di SumUp siamo orgogliosi di lavorare al fianco di queste figure professionali ed è per questo che collaboriamo con Enpap ed Enpam per aiutare medici e liberi professionisti ad accettare pagamenti con carta quando ne hanno bisogno, specialmente in un periodo di grandi novità nel settore medico come questo.

Se anche tu cerchi una soluzione per tutti i tipi di pagamento senza canoni mensili o vincoli contrattuali, visita ora il nostro sito SumUp. 

Inizia ora

twitterfacebooklinkedin

Lucia Cherchi