SumUpIl Blog di SumUp

Antoniya Ditsova - Intervista per la Festa delle donne

Come Product Owner qui a SumUp, è possibile creare un impatto su oltre un milione di imprese su base giornaliera. Uno di questi Product Owner è Antoniya Ditsova, con sede nel nostro ufficio di Sofia, in Bulgaria.

L'abbiamo incontrata nell'ambito della nostra serie di interviste relative alla Giornata internazionale della donna. Ci ha spiegato il suo campo d'azione, che si basa sulla risoluzione dei problemi e sulla creazione di soluzioni ottimali per i clienti.

Il suo discorso ha riguardato, tra le altre cose, l'essere leader, con riferimenti a Jacinda Ardern (Primo ministro della Nuova Zelanda) e alla cultura della formazione.

  1. Il settore FinTech non è noto per essere particolarmente allettante per le donne, professionalmente parlando. Cosa ti ha fatto scegliere di lavorare con SumUp?

Ho scelto SumUp, non il suo settore nello specifico, e così mi sono ritrovata a lavorare nel FinTech. Il FinTech è un settore complesso, ma non deve far paura. La nostra cultura aziendale e la visione che proietta per il futuro lo rende un ambito entusiasmante.

Sono stata ispirata dalle persone che ho incontrato durante i colloqui, e questo continua ad essere un dato di fatto ancora oggi. La cultura aziendale di SumUp è incredibile. Ti fa chiedere costantemente: "Cosa possiamo fare meglio insieme?" e un'esperienza di questo genere è molto gratificante. Vedo ogni giorno i risultati tangibili del mio lavoro, il che non è un aspetto molto comune al giorno d'oggi. È stato incredibile, proprio mentre mi dirigevo all'ultima festa di SumUp, vedere il tassista offrirmi uno dei nostri dispositivi per il pagamento con carta.

  1. Cosa cambieresti a vantaggio delle donne di tutto il mondo?

Avete presente quegli spettacoli di musica in cui i giudici non vedono i candidati e quindi possono basare la loro valutazione solo sulla voce del cantante? Questo è ciò che vorrei cambiare. Le donne dovrebbero essere giudicate per il loro lavoro basato sull'attività svolta e sui risultati ottenuti. Dovrebbero poter sedersi ai primi posti, non essere interrotte nei loro discorsi o essere giudicate per voler perseguire un'istruzione o una professione di solito attribuita al genere maschile.

  1. Se potessi incontrare una persona di forte carisma, chi vorresti incontrare e di cosa parlereste?

Vorrei incontrare Jacinda Ardern e Roger Federer. :) Jacinda Ardern per essere il più giovane Primo ministro donna del mondo, che smentisce la nozione obsoleta che le donne non possono portare avanti contemporaneamente maternità e carriera; Federer per essere non solo un atleta che va al di là delle leggi della natura, ma anche per il suo impegno nel migliorare le prospettive di vita dei bambini più poveri. L'esempio che ci comunicano è davvero coinvolgente.

Di solito traevo ispirazione da icone popolari e modelli di ruolo, mentre ultimamente tendo ad ammirare le persone con cui ho un contatto personale e di cui conosco le lotte e le realizzazioni. Rappresentano grandi esempi di forte passione, coraggio e dedizione.

womens day employee picture antoniya ditsova
  1. Che cosa ti senti di consigliare a tutte le donne?

Di trovare la propria comunità di sostegno, la propria "tribù". Che si tratti di un gruppo di mamme o di una comunità professionale relativa al vostro campo di lavoro, queste reti di sostegno vi ascolteranno, vi daranno un'altra prospettiva o vi ispireranno ad agire. Potrete ricavarne libri, spettacoli, eventi, idee ecc., forse anche un mentore e una rete di sicurezza di persone vostre pari e potenziali partner da cui trarre idee, verificare proposte e superare qualsiasi blocco possiate provare.

  1. Che consigli vuoi dare alle tue colleghe di lavoro?

Non esitate. Apprezzate i vostri punti di forza, siate consapevoli delle vostre lacune, cercate nuovi feedback e insegnamenti. Molte volte ciò che ci trattiene è una mancanza di fiducia. Non è possibile essere esperte in tutto, quindi imparate ad essere aperte all'esplorazione, alla sperimentazione di idee, all'iterazione e all'adattamento. Anche se questo non è il background che vi trovate ad affrontare, apportate una cultura di feedback e apprendimento costanti.

  1. Qual è un punto di forza di cui vai fiera?

Un saggio una volta mi ha detto che la mia più grande forza è mia vulnerabilità, anche se faccio ancora fatica ad accettare questo aspetto e a far venire fuori questo mio lato. Relativamente alle competenze, suppongo che sia soprattutto la mia capacità di destreggiarmi tra molte cose contemporaneamente senza perdere la concentrazione. Tendo a mettere la mia creatività, la mia anima, il tempo e ogni sforzo in tutto quello che faccio.

  1. Cosa ti piace riguardo la tua posizione di leadership?

Il mio ruolo è di leadership nel senso che porto avanti il mio lavoro con un team eccezionale di persone dedicate, grazie al quale avere un impatto reale sui clienti e le loro imprese. Mi piace il potermi focalizzare sull'individuare opportunità o risolvere i problemi e agire su di essi. Il settore del product management lascia molto spazio all'innovazione e all'inventiva.

  1. A tuo parere, quali sono le qualità più importanti per un leader?

Non c'è una risposta semplice a questa domanda: penso che la leadership inizi con il preoccuparsi delle persone con cui si lavora, cercando di trovare che cosa le motiva e, tenendo in mente tali motivazioni, sostenere la loro crescita personale e professionale. Uno dei principi del Kanban che mi ha colpito è che dobbiamo incoraggiare le azioni di leadership a tutti i livelli. I leader devono promuovere una cultura in cui prevalgano il cambiamento, la tolleranza per l'errore e la comprensione.

Grazie per gli interessanti spunti di riflessione che ci hai fornito sull'essere un leader qui in SumUp, Antoniya!

È possibile seguire Antoniya su Twitter o connettersi con lei su LinkedIn.

Nell'ambito della nostra serie, abbiamo intervistato anche la Logistics Manager Kenia e la Web Chapter Lead Monica, che lavorano per SumUp.

twitterfacebooklinkedin

Julia Maehler