Carte di credito Vs carte di debito

Carte di credito, carte di debito, prepagate e bancomat: quali sono le differenze e quale conviene di più?

Paga con carta? Al ristorante, in albergo, al supermercato, ma anche in pasticceria o al bar sotto casa. Ormai sentiamo ripetere dappertutto questa domanda. Grazie ai numerosi prodotti presenti sul mercato e agli incentivi statali, la moneta elettronica si sta diffondendo sempre più rapidamente anche in Italia. Tuttavia, sappiamo davvero quale sia la differenza tra carta di credito e carta di debito? Cos’è una carta prepagata? E cos’è una carta co-badge? E il bancomat è una carta di credito o di debito? In questo articolo facciamo chiarezza sulle differenze tra i diversi prodotti e presentiamo la soluzione SumUp pensata per piccoli imprenditori e liberi professionisti.

Qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito?

Le carte di credito e le carte di debito permettono di pagare senza contanti tramite una carta in plastica, collegata a un conto corrente bancario o postale. Esteriormente la carta di credito si distingue dalla carta di debito per il codice a 3 cifre (CVV) presente sul retro.

Tempi di addebito

La differenza più importante riguarda le tempistiche relative all’addebito dell’importo da pagare. Le carte di credito prevedono un addebito posticipato (“pay later”). Pertanto, il titolare della carta può effettuare un acquisto anche senza avere momentaneamente denaro sufficiente per coprire la spesa. Basterà versare sul conto l’importo speso prima della data di addebito definita, generalmente a metà o fine mese. Nel caso delle carte di debito, invece, l’addebito è immediato (“pay now”). Il titolare della carta può effettuare un acquisto solo se l’importo da pagare è disponibile sul proprio conto.

I costi delle carte di credito e debito

Un’altra differenza riguarda i costi. Generalmente la carta di debito è fornita gratuitamente, mentre per la carta di credito si paga un canone mensile o annuo. Inoltre, con entrambe le carte è possibile usufruire dei servizi agli sportelli automatici. Tuttavia, i prelievi tramite carta di debito sono generalmente gratuiti e sono soggetti a pagamento solo se effettuati presso una banca non convenzionata con la propria o all’estero, mentre con la carta di credito sono sempre a pagamento.

Infine, la carta di credito, al contrario della carta di debito, può essere utilizzata come garanzia (in albergo o per il noleggio auto) e consente di effettuare acquisti online.

Bancomat e altri tipi di carte

Nella maggior parte dei casi il termine “bancomat” è utilizzato in modo inappropriato. Per molti è sinonimo di carta elettronica o carta di debito. In realtà, Bancomat è solo il nome commerciale del circuito di pagamento più diffuso in Italia per le carte di debito. Dunque, il “Bancomat” è una carta di debito, ma non tutte le carte di debito girano sul circuito Bancomat. Infatti, per le carte di debito ci sono anche i circuiti Visa (V-Pay e Visa Debit) e MasterCard (Maestro e MasterCard Debit).

Le cosiddette carte “co-badge”, invece, sono quelle carte che girano su doppio circuito, ad esempio PagoBancomat/Maestro o PagoBancomat/V-Pay.

Infine, le carte prepagate sono uno strumento di pagamento ricaricabile a cui non è necessariamente collegato un conto corrente. Il pagamento viene immediatamente addebitato e va a buon fine solo se sulla carta è presente l’importo dovuto.

Pagamenti con lo smartphone con Google Pay e Apple Pay

I vantaggi delle carte elettroniche sono innumerevoli. Queste permettono di:

  • pagare in tutta sicurezza senza contanti,

  • bloccare la carta in caso di smarrimento,

  • mantenere le spese sempre sotto controllo,

  • effettuare pagamenti senza contatto oppure online,

  • usufruire degli incentivi statali come il Cashback di Stato

  • e tanto altro ancora.

Le carte di pagamento elettroniche, inoltre, possono essere integrate nei sistemi di pagamento Google Pay (per Android) e Apple Pay (per iOS). Una volta associata una carta, l’app consente di effettuare acquisti online e in negozio. Grazie alla tecnologia NFC, basta avvicinare lo smartphone sul POS e le carte associate vengono lette automaticamente.

La soluzione SumUp per piccoli imprenditori e liberi professionisti

Noi di SumUp vogliamo essere sempre al fianco delle piccole imprese. Così abbiamo pensato a una soluzione che permettesse ai nostri clienti di ricevere ancora più velocemente i pagamenti ricevuti tramite il proprio lettore di carte SumUp, Pagamenti via Link, SumUp Fatture o altre opzioni di pagamento a distanza. Da questa idea è nata la nostra carta di credito prepagata SumUp Card.

6 buoni motivi per richiedere SumUp Card

  1. Minori tempi di accredito: solo un giorno, anche nel fine settimana.

  2. Permette di prelevare e fare acquisti come una carta di credito MasterCard.

  3. Nessun costo fisso o di attivazione, nessuna commissione.

  4. Trasferimenti sul proprio conto corrente e prelievi mensili gratuiti.

  5. Possibilità di blocco immediato in caso di smarrimento o furto.

  6. Autorizzato dall’autorità britannica Financial Conduct Authority, certificato EMV e PCI-DSS.

Scopri la SumUp Card

Lia Tonut